Loris Gagliano mostro di Licodia Eubea ha tentato il suicidio

Sará interrogato dal gip nelle prossime ore, per la convalida del fermo, il ragazzo di 24 anni, studente universitario, originario di Licodia Eubea, accusato di avere ucciso a coltellate la sua ex fidanzata ed il nonno di lei, nonché di avere ferito la nonna della ragazza.

Il giovane ha trascorso la notte nel carcere di Ragusa, mentre intanto il paese di Licodia Eubea é in lutto per la morte di Stefania Noce, 24 anni, e del nonno Paolo Milano, 71 anni.

Gagliano, che dopo il raptus omicida si era dato alla fuga, é stato bloccato ieri dai carabinieri nei pressi di Marina di Acate, nel ragusano. I militari lo hanno sorpreso all’interno della sua Ford Ka con le sicure chiuse e un tubo in gomma collegato dallo scarico all’abitacolo della vettura, ma con il motore ancora spento. Il giovane si trovava in stato confusionale.

I carabinieri, al termine di una perquisizione, hanno sequestrato tre coltelli ed una Katana munita di fodero per una lunghezza complessiva di 42 centimetri, che saranno analizzati dai carabinieri del Ris di Messina. Uno dei coltelli presentava tracce di sangue. Intanto, nel pomeriggio, nell’obitorio del cimitero di Caltagirone é prevista l’autopsia sui corpi delle vittime.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin