Segnali di ripresa riparte in anticipo la Lucchini

L’altoforno dello stabilimento Lucchini di Piombino in provincia di Livorno ripartirà in anticipo tra l’8 e il 9 gennaio anziché tra il 18 e il 19, come disposto in un primo momento.

La decisione, ufficializzata dall’azienda, permetterà agli operai di rientrare al lavoro in anticipo, ricorrendo alla cassaintegrazione per circa 20 giorni anziché per quasi un mese. La ripartenza anticipata del settore della produzione di ghisa, in cui sono coinvolti un migliaio di lavoratori, sarebbe stata decisa per un aumento di ordini.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin