L’Unione Europea vuole entrare nei conti svizzeri

Un vero e proprio braccio di ferro tra Unione Europea e Svizzera in materia di fiscalità. Nel mirino dell’esecutivo comunitario vi sono gli accordi conclusi dalla Confederazione con Germania e Gran Bretagna. Secondo le analisi della Commissione le intese violerebbero sia le linee guida dell’Ue sulla fiscalità del risparmio, sia la relativa convenzione fra Berna e Bruxelles. Prima di avviare un procedimento per violazione delle regole la Commissione starebbe però facendo pressione affinché i Londra e Berlino riaprano le trattative con la Confederazione.

Per cercare di sbrogliare la matassa sono previsti altri colloqui. La prossima settimana la consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf dovrebbe infatti incontrare di nuovo Semeta a Bruxelles. Le discussioni dovrebbero essere più lunghe di quelle tenute lo scorso 8 novembre in margine al consiglio Ecofin.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin