Ad Udine speculazione sulle persone sorde

I Carabinieri del Nas di Udine hanno arrestato sei persone, tre medici pubblici e tre imprenditori del settore delle protesi acustiche, con l’accusa di corruzione e comparaggio.

Centinaia di pazienti residenti nel nordest sarebbero stati indotti ad usufruire di specifiche ditte per l’acquisto di protesi per l’udito, dietro compensi in denaro ed altri benefici che gli imprenditori versavano ai medici.

Nell’inchiesta risultano indagate anche altre quattro persone tra medici e imprenditori.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin