Che vergogna questa Italia

Vorrei, un giorno avere un’alba nuova e, magari guardando a ieri poter esclamare: “menomale è stato solo un incubo!”.

Questo sogno certamente tanti altri come me lo avranno fatto ed hanno avuto la stessa identica esclamazione; un sogno che rispecchiando la realtà purtroppo è presagio di altro e, non certo foriero di buone cose.

In realtà i brutti sogni che faccio non sono dovuti a certe esagerazioni a tavola, sicuramente verranno da un mio pensare che tutto quello in cui speravamo ed eravamo non siamo più! , nostalgico e deludente. Ma lo è certamente di più la  mia insicurezza per un domani che non vedo neanche sul filo dell’orizzonte.

Non mi piace l’Italia e non mi piace neanche viverci, è una nazione che mi ha deluso profondamente. Voi a questo punto leggendo questa mia affermazione mi darete torto o ragione, o potreste pensare: perché non te ne vai?, non è questo importante guai se la pensassimo tutti alla stessa maniera, l’importante però è riconoscere che vivere in questo paese è come vivere in una colonia francese o britannica rispettando ciò che il padrone impone! E i nostri padroni: Francia e Germania ci stanno imponendo tante cose.

Cos’è la sovranità in questo paese?

L’Unione Europea? Un fiasco!

Mi vergogno di essere un italiano, come mi vergogno e mi fa star male viverci e sapete perché? Perché mi sento un pirla nelle mani di un gruppo di persone chiamato: casta o governo! Mi sento un pirla perché io come cittadino non conto un cacchio questi sono stati capaci anche di non tener conto dell’esito dei referendum passati e allora perché sono stati fatti e quei soldi invece non sarebbe stato meglio spenderli andando a mangiarci una pizza?

La caduta del Signor Silvio Berlusconi ha aperto nuovi scenari: sono cambiati i fondali di scena, ma i pupazzi sono sempre gli stessi che giocando a ping-pong e distratti come sono dal gioco non prestano attenzione alla “vocina” che arriva dal fondale scenico.

Mario Monti sarà il nuovo comandante di questa bagnarola han detto di lui che è per il rigore ….. per noi e non per la “ famiglia” e sì …. Perché anche lui si beccherà i suoi 10 o 20 mila € che siano al mese! Alla faccia del rigore!!

Fra un po’ arriverà il Santo Natale e noi popolino troveremo nella calza, nuove accise sui carburanti e la patrimoniale, aumenteranno le sigarette!

E’ giusto così!! I sacrifici li dobbiamo fare tutti…. ma sarà così!?, Si, per i nostri padroni Francia e Germania.

Vi ricordate Alberto Sordi ne “Il Marchese del Grillo”, esattamente la scena riguardante la fine del processo tra lui e l’ebanista ebreo, quando lui dice all’ebanista: “sai perché hai perso? Perché io so io e te non sei un cazzo!”.

Io mi vergogno di essere italiano, mi vergogno e sono stanco di questo paese insaziabile, come provo vergogna ad assistere in televisione a scene come quella del Signor Di Pietro che sorridente e soddisfatto se ne va per la via facendo il gesto dell’ombrello a dimissioni avvenute del Signor Silvio Berlusconi.

Provo vergogna nell’assistere a scene come quella di un segretario di partito che parlava di “liberazione” mentre il suo popolo intonava “ Bella ciao” eravamo forse in guerra?

Vergogna e sdegno per il lancio di monetine e degli insulti, alla fine e aldilà di ogni fatto lì è stato umiliato ed offeso un uomo come se fosse stato il peggior nemico dell’Italia! Chissà quanti scheletri e quante vergogne o depravazione, doppia vita, doppia immagine negli armadi di chi oggi ha giudicato ed ingiuriato il Signor Silvio Berlusconi, almeno lui pur sbagliando non è stato ipocrita!

Il popolo italiano ha sempre avuto bisogno di un finale tragico Piazzale Loreto ad esempio e tanti altri eventi, ultimo quello che è accaduto ed è noto a tutti.

Ora l’altro schieramento che sicuramente è dotato di programmi risolutivi e di tante bacchette magiche risanerà i conti in rosso oltre che la nostra immagine all’estero; va tutto bene.. e i soldi dove li troveranno?

Ma nelle nostre tasche non certo nelle loro!

Ciao Pantalone imbecille che mentre tutto attorno crolla addosso, tu balli e canti, lanci pure monetine!

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin