Dop la liquirizia di Calabria

“Il marchio Dop “Liquirizia di Calabria” è riservato esclusivamente alla liquirizia fresca o essiccata e al suo estratto. Un’altra buona notizia – afferma Pietro Molinaro, presidente di Coldiretti Calabria – per un prodotto che va ad arricchire il paniere delle produzioni calabresi che si fregiano del marchio europeo”.

La zona di produzione della “Liquirizia di Calabria” comprende tutti i territori comunali riportati in maniera dettagliata nel disciplinare di produzione, dove si registra la presenza allo stato spontaneo o coltivata della pianta di Glycyrrhiza Glabra “varietà typica” denominata in Calabria «Cordara» fino ad una altitudine di 650 mt s.l.m.

L’area storica di produzione della liquirizia era la zona costiera della Calabria e in particolare l’area principale situata tra i comuni di Villa Piana, Cerchiara di Calabria, Cassano-Sibari, Corigliano Calabro, Rossano situati nella piana di Sibari, dove ancora oggi si concentra la maggiore produzione di liquirizia.

La Liquirizia di Calabria Dop si distingue decisamente da varietà ad essa similari dal punto di vista chimico-fisico, per la presenza di metaboliti secondari tra cui il principio attivo che definisce le caratteristiche commerciali e farmaco gnostiche: la glicirrizina. Si tratta di una saponina presente nella liquirizia di Calabria in percentuale mediamente più bassa rispetto alle performance delle medesime specie e varietà e che proprio per questo motivo è ricercata sul mercato.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin