In ventimila in Val di Susa

Sedici i fermati dalle forze dell’ordine nell’ambito dei controlli in vista della manifestazione in Val di Susa. Tre di loro sono stati denunciati a piede libero perchè trovati in possesso di arnesi atti ad offendere. Altri 11 sono stati identificati e fermati, sempre perchè trovati in possesso di materiale atto ad offendere e idoneo al travisamento durante un controllo alla barriera autostradale di Bruere e a Rivoli. Infine, a Torino sono state sottoposte ad accertamenti altre 2 persone appartenenti al centro sociale El Paso, di cui una donna trovata in possesso di una maschera antigas. Resta chiusa, per motivi di sicurezza, l’autostrada A 32 in entrambi i sensi di marcia, nel tratto compreso tra Susa e Oulx.

E’ stata una donna a oltrepassare per prima la recinzione lungo la strada su cui si sta snodando il corteo diretto ai cantieri della Tav di Chiomonte. A tagliare la rete metallica sono state un gruppo di donne armate di tronchesi che si sono messe alla testa del corteo. I carabinieri in assetto antissommossa che si trovavano a protezione della rete, fissata su un sentiero largo circa tre metri, si sono allontanati dirigendosi – per ora del tutto pacificamente – verso un altro blocco posto più avanti.

Secondo gli organizzatori almeno 20mila persone partecipano e “diventeremo ancora di più quando ci raggiungeranno quelli che sono ancora fermi a valle”, ha detto uno degli esponenti del centro sociale.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin