Verso il rimpasto di governo con Alfano che tratta con Casini

207

L’ex ministro Cladio Scajola ed il senatore Beppe Pisanu sono usciti allo scoperto. Sono convinti che per affrontare concretamente la crisi economica sia necessario un governo diverso, specchio di una maggioranza più ampia. Prova a fare da pompiere Angelino Alfano, segretario Pdl che annuncia un incontro proprio con Scajola “per valutare insieme quali sono i quesiti politici posti da lui e che non intendiamo sottovalutare”.  Ma è lo stesso Scajola che rilancia invitando il Cavaliere ad “essere protagonista di una grande scossa, una grande svolta altrimenti questo Paese non si salva e questi non sono temi né da carbonari né da chi pensa di colpire qualcuno alle spalle. L’ex ministro è sulla via della rottura sostenendo che “il Pdl non è mai nato, c’è bisogno di costruire un percorso dove il nuovo Pdl possa diventare il raccoglitore di un partito dei moderati per tutti quelli che si sono persi nel bipolarismo anomalo che si è costruito in questi anni. Berlusconi deve prendere in mano una situazione difficile per allargare il consenso parlamentare”.

E ad Alfano il compito di trattare con il Terzo Polo: “Vogliamo unire i moderati – conferma il segretario Pdl – ma con Casini non deve essere un bla-bla reciproco”.