Lugano, cinema in Tasca arriva in versione autunnale

226

Per la prima volta infatti verrà presentata una selezione di quattro film da ottobre a dicembre.

Una versione autunnale dedicata ai film premiati in vari festival internazionali nell’anno corrente: The Tree of Life Palma d’oro a Cannes, In un mondo migliore premio Oscar e Golden Globe per miglior film straniero, Il Discorso del Re premio Oscar miglior film e A Separation Orso d’oro al Festival di Berlino.

Mai come quest’anno i vincitori dei principali festival europei e dagli Oscar americani sono stati sinonimo di qualità. Lo conferma la rosa di quattro film che compongono la Golden Selection: una chiusura ideale del cinema di qualità offerto dal Dicastero Giovani e Eventi alla Città di Lugano. Dopo la stagione invernale e primaverile di Cinema in Tasca, gli appuntamenti al Club Cult (con film e cena) presso il Metrò, il cinema muto musicato, i documentari del festival Vision du Réel al Parco Ciani e Le Vie dei Pardi, arriva un ultimo e imperdibile appuntamento al cinema Cittadella con i film più premiati dell’anno.

Al via il 19 ottobre con The Tree of Life di Terrence Malick, trionfatore all’ultimo Festival di Cannes. Un’opera unica e inarrivabile tanto nelle intenzioni quanto nel risultato: la Grazia e la Natura si incarnano agli occhi di un bambino nelle figure di una madre gentile ed eterea e di un padre razionale e concreto. La perdita di un fratello, lutto mai superato, e la ricerca del proprio posto nell’ordine del creato, si innestano in una visione cosmogonica stupefacente che chiama in causa la creazione e l’infinito.

A seguire, il 9 novembre, In a Better World della danese Susanne Bier, premiato con l’Oscar per il Miglior film straniero: la violenza e la giustizia sono i temi entro i quali si snoda la vicenda di un medico impegnato nei sanguinosi territori del Darfur. Agli orrori della guerra e i dilemmi etici legati alla sua professione si aggiungono i problemi di bullismo con i quali deve fare i conti il figlio. Trionfatore nella medesima edizione degli Oscar, Il discorso del re di Tom Hooper (in programma il 30 novembre) ha portato a casa ben quattro statuette, tra cui quelle per il Miglior film, Miglior regista, Miglior sceneggiatura e Miglior attore. Proprio Colin Firth, magnifico protagonista, conquista la scena nel ruolo di Giorgio VI: afflitto dalla balbuzie, il futuro erede al trono reale inglese supererà i propri problemi grazie all’aiuto di un celebre logopedista.

Chiude la rassegna A Separation, dell’iraniano Asghar Farhadi che ha fatto incetta di riconoscimenti all’ultimo Festival di Berlino, Orso d’oro compreso. La cura di un genitore anziano, la depressione, la disoccupazione, un divorzio che matura per l’insofferenza del clima di tensione che regna nel Paese: questi i temi di un’opera complessa e sfaccettata che valica i confini nazionali parlando delle difficoltà inerenti il vivere moderno.

Film da non perdere capaci di conquistare il grande pubblico e la critica, per un’arte cinematografica in continua trasformazione.

The Tree of Life di Terrence Malick

Usa 2011, 138’

In una famiglia americana degli anni Cinquanta, il piccolo Jack vive un’infanzia segnata dall’innocenza, con una madre generosa e altruista e un padre indurito dalla vita. Cresciuto, Jack è diventato un adulto disilluso, un’anima persa nel mondo contemporaneo. Attraverso un delicato percorso interiore, tenterà allora di ritrovare il senso della vita e recuperare il legame con il padre.

In a Better World di Susanne Blier

Danimarca 2010, 118’

Il dottor Anton, che opera in un campo profughi in Africa, torna a casa nella monotona tranquillità di una cittadina della provincia danese. Qui si incrociano le vite di due famiglie e sboccia una straordinaria e rischiosa amicizia tra i giovani Elias e Christian. Ma la solitudine, la fragilità e il dolore, sono in agguato e presto quella stessa amicizia si trasformerà in una pericolosa alleanza.

Il discorso del Re di Tom Hooper

Gran Bretagna 2010, 111’

Dopo la morte del padre Re Giorgio V e l’abdicazione di suo fratello Edoardo VIII, Bertie, che soffre da tutta la vita di una forma debilitante di balbuzie, viene incoronato Re Giorgio VI d’Inghilterra. Il Paese è sull’orlo della II Guerra Mondiale e ha disperatamente bisognoso di un leader: a salvare la situazione sarà l’incontro del nuovo sovrano con l’eccentrico logopedista Lionel Logue.

A Separation di Asghar Farhadi

Iran 2011, 123’

Nader e Simin hanno ottenuto il visto per lasciare l’Iran ma Nader si rifiuta di partire e abbandonare il padre affetto da Alzheimer. Simin intende chiedere il divorzio per partire lo stesso con la figlia Termeh. Ben presto Nader si troverà coinvolto in una rete di bugie, manipolazioni e raggiri, mentre la sua separazione va avanti e sua figlia dovrà scegliere da che parte stare.

I film sono proiettati sempre di mercoledì sera alle ore 20:00, al Cinema Cittadella di Lugano.

Il costo della tessera per assistere alla proiezione delle quatto pellicole è:

CHF 20.-  (intero) / CHF 15.- (avs, ai, studenti, giovani<26anni)

Lugano Card: CHF 18.- (intero) / CHF 12.-  (avs, ai, studenti, giovani<26anni)

La tessera è acquistabile presso:

Dicastero Giovani ed Eventi, Via Trevano 55, Lugano – lun-ven 08:00-12:00 e 13:30-17:30

Agorateca c/o il foce, Via Foce 1, Lugano – lun-ven 08:00-19:00, sab-dom 10:00-19:00

Cinema Cittadella, Corso Elvezia 35, Lugano – mezz’ora prima dell’inizio film

Info:

Dicastero Giovani ed Eventi

T. 058 866 74 40

[email protected]

www.agendalugano.ch