Napoli, il Comune non paga e le suore sfrattano il sindaco De Magistris

75

E’ vuota la sede centrale della scuola Belvedere, nel quartiere Vomero. E a dare lo sfratto sono state le suore dell’Ordine del Buon Pastore. Troppi ritardi nei pagamenti del fitto da parte del Comune. E così le suore sono andate dritte per la loro strada e hanno messo alla porta circa 300 alunni dalla scuola media. Alcuni dicono che in quelle ex classi nascerà un B&B. Quel che è certo è che è scattata la protesta. E’ la scuola dove ha studiato anche il sindaco Luigi De Magistris. Le conseguenze di questa decisione il preside della scuola Belvedere, Gennaro Fossataro, le ha sentite bene sulle spalle. “Nella succursale di vico Acitillo, dove inizialmente c’erano poco meno di 500 studenti, ora, dopo la chiusura della nostra sede centrale di via Belvedere, siamo costretti a ospitare oltre 800 studenti. Abbiamo dovuto affrontare non poche difficoltà e disagi, noi e anche le famiglie”. Il preside parla anche di amarezza, anche per un altro aspetto: che lo sfratto sia stato dato dalle suore. “Lamentavano il ritardo nei pagamenti da parte del Comune – continua il dirigente scolastico – l’attuale amministrazione ha tentato di trovare una soluzione, ma le suore non hanno voluto sentir ragione”. Anni fa, a Reggio Emilia, le suore del Buon Pastore diedero lo sfratto anche ad un asilo. Oggi, a Napoli, la scena si ripete.