Il vibonese Roberto Garzulli eletto governatore italiano del Kiwanis

127

Il Kiwanis Distretto Italia San Marino, nella Convention tenutasi nella splendida cornice della cittadina di Scicli in Sicilia, ha eletto, nella persona di Roberto Garzulli, a larghissima maggioranza, il suo presidente nazionale per il 2012-2013. I club della Calabria che, all’unanimità, avevano  proposto Garzulli alla presidenza nazionale hanno avuto la soddisfazione di aver individuato un socio kiwanis che per le sue caratteristiche e le sue capacità, apprezzate in tutta la penisola, ha esaudito i desideri dei club di tutta Italia che auspicavano un forte rilancio dell’azione meritoria del Kiwanis a difesa dei bambini di tutto il mondo. Così gli oltre 200 delegati votanti ed i circa 300 soci presenti a Scicli non hanno avuto dubbi nello scegliere Roberto Garzulli come loro Governatore. La simpatia, la competenza, la passione e la concretezza dell’agire di Garzulli in tutti questi anni ha costituito un’ottima presentazione e un riconoscimento alle sue indubbie qualità. Il neo presidente, che ha ricoperto importanti incarichi nazionali,  divenendo il più giovane Presidente Nazionale a livello mondiale, da quando il Kiwanis è approdato in Italia nel 1962, rappresenterà l’Italia in tutti i consessi  europei ed internazionali. Il presidente del Kiwanis di Vibo Valentia, Giandomenico Vecchio, unitamente ai soci del club fondato dal sempre compianto Franco Mignolo, ha manifestato tutta la sua soddisfazione e l’apprezzamento per  l’elezione, che premia il club, del proprio socio Garzulli,  che con il suo silenzioso, ma operoso lavoro, ha dimostrato sempre completa disponibilità e vicinanza, in maniera semplice e umile, a tutti i soci. L’attuale  Governatore in carica Salvatore Costanza, nel suo discorso a Scicli, ha riconosciuto il grande merito a tutto il Kiwanis Italiano per la scelta di Roberto Garzulli. Tale designazione saprà dare un notevole impulso all’impegno del Kiwanis, che tramite i suoi club   dona ogni anno più di 18 milioni di ore di volontariato e investe più di 107 milioni di dollari nelle comunità sparse in tutto il mondo., sponsorizzando ogni anno più di 150.000 progetti di service nel mondo. Il delegato del Presidente mondiale del Kiwanis, presente alla manifestazione di Scicli,  nel suo discorso, ha ribadito che l’effetto del service e della leadership del Kiwanis è di vasta portata ed ha un impatto positivo sulle comunità di tutto il mondo. In particolare la campagna mondiale del Kiwanis a favore dei bambini, per i prossimi 5 anni, è il Progetto Eliminate. Il Kiwanis si impegna ad eliminare il tetano materno e neonatale, con l’obiettivo di salvare la vita di 129 milioni di mamme e nascituri. Con tale progetto, in collaborazione con l’Unicef, il Kiwanis vuole eliminare una malattia che uccide un neonato ogni nove minuti. Grazie all’accordo stretto tra il Kiwanis e l’Unicef, le due organizzazioni mondiali intendono occuparsi delle donne e dei bambini più poveri e meno assistiti al mondo, aprendo la strada ad altri interventi volti a migliorare la salute delle madri e ad accrescere il tasso di sopravvivenza dei propri figli. Insieme, il Kiwanis e l’Unicef stanno cambiando il mondo, e grazie a persone come Garzulli ed ai soci italiani, questo sogno potrà diventare realtà.