Semina di pesci nel comprensorio dei Laghi Gemelli nel Comune di Branzi

In collaborazione con il Comune di Branzi e grazie alla disponibilità di Enel che ha messo gratuitamente a disposizione un elicottero attrezzato per il trasporto del pesce, giovedì 15 settembre il Servizio Caccia e Pesca della Provincia di Bergamo ha effettuato la semina di materiale ittico in 4 dei 5 laghi che costituiscono il comprensorio dei “Laghi Gemelli”. Complessivamente sono stati immessi: 10000 esemplari di trota lacustre cm. 6 – 9; 2750 esemplari di trota fario cm. 6 – 9; 2750 salmerini alpini cm. 6 – 9; prodotti negli incubatoi Ittici di Ponte Nossa e San Pellegrino e provenienti da riproduttori selezionati. Il Piano di riparto, stabilito in funzione della capacità portante del bacino, è il seguente: Laghi Gemelli (circa 6.990.000 mc di invaso); 6500 lacustri; 1000 fario; 1000 salmerini. Lago Pia’ Casere (circa 2.600.000 mc); 2000 lacustri, 1000 fario; 1000 salmerini. Lago Marcio (circa 870.000 mc); 1000 lacustri; 500 fario; 500 salmerini. Lago Becco (circa 230.000 mc); 500 lacustri; 250 fario; 250 salmerini. Resta escluso dalle operazioni il Lago Colombo che, essendo attualmente interessato da lavori di manutenzione, sarà oggetto di ripopolamento il prossimo anno. Questo intervento conclude le operazioni di ripopolamento dei Laghi alpini previsto dal “Programma di ripopolamento ittico” approvato annualmente dalla giunta provinciale. Gli interventi, coordinati dal Servizio Caccia e Pesca della Provincia di Bergamo sono iniziati nel mese di agosto con la semina di novellame di trota lacustre nei Laghi dell’Alta Valle del Goglio (Nero, Aviasco, Campelli, Succotto e Cernello) e nei Laghi Barbellino Artificiale e Naturale. Anche in queste occasioni è stata determinante la collaborazione di Enel che ha consentito l’utilizzo delle funivie di servizio per il trasporto in quota dei contenitori con il pesce. Le operazioni di semina si sono invece svolte regolarmente grazie alla disponibilità di personale volontario delle locali Società di pesca. Sempre i Volontari hanno inoltre provveduto ad immettere nei Laghi Fregabolgia, Sardegnana, Rotondo e del Diavolo, il previsto quantitativo di Trote fario e lacustri conferito dalla Provincia. A carico di Enel si sono invece svolte le operazioni di il ripopolamento delle acque della diga del Gleno, interessate nel 2010 da lavori di manutenzione, ove sono state immesse circa 3.000 trotella fario ed un migliaio di trote lacustri trasportate in quota con l’ausilio dell’elicottero.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin