Bolzano, mostra micologica il 22 settembre l’inaugurazione al Museo di Scienze

116

Oltre 600 funghi freschi delle nostre zone, da guardare, odorare e, soprattutto, conoscere: la 47a edizione della mostra “I funghi dell’Alto Adige”, allestita dall’Associazione micologica “Bresadola” verrà inaugurata giovedì 22 settembre alle ore 18,00. Ad ingresso libero, l’esposizione sarà visitabile dal 23 al 26 settembre. Il 23 e il 24 settembre proposte due conferenze correlate. Centinaia di funghi, oltre 600 per la precisione, comprendenti tutte le specie della stagione autunnale in Alto Adige, occuperanno da venerdì 23 alla mattina di lunedì 26 settembre il pianterreno del Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, in via Bottai 1 a Bolzano. Ad allestire questa 47a mostra micologica “I funghi dell’Alto Adige” saranno gli esperti della sezione bolzanina dell’Associazione micologica “Bresadola”, che ogni giorni procureranno esemplari freschi. Gli esperti saranno anche a disposizione dei visitatori per fornire informazioni e curiosità. La mostra è così una grande occasione per conoscere direttamente forma, odore e caratteristiche dei funghi nostrani e, soprattutto, imparare a distinguere i mangerecci dai velenosi (in Alto Adige, circa 50 specie). Delle particolari “stazioni degli odori”, installate lungo il percorso espositivo, illustreranno inoltre la sorprendente somiglianza tra l’aroma di certi funghi ed alcuni profumi noti, come il cocco, il sapone o la vaniglia. La mostra micologica ad ingresso libero, sarà visitabile da venerdì 23 a lunedì 26 settembre (ven, sab e dom: ore 10 – 19:30; lun: ore 10 – 13). Per scolaresche italiane e tedesche sono possibili visite guidate il venerdì, il sabato e il lunedì mattina dalle ore 9 (prenotazione obbligatoria allo 0471 412975, dal lun al ven dalle ore 9 alle 15). La mostra micologica “I funghi dell’Alto Adige” verrà inaugurata giovedì 22 settembre alle ore 18:00 al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, via Bottai 1, Bolzano. Saranno presenti: il sindaco di Bolzano Luigi Spagnolli, Renato Bonsignori, presidente della sezione di Bolzano dell’associazione “Bresadola” sezione di Bolzano, il responsabile scientifico della sezione di Bolzano dell’associazione Francesco Bellù, Othmar Parteli, direttore della Ripartizione provinciale Musei e il direttore del Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige Vito Zingerle. Nel contesto della mostra “I funghi dell’Alto Adige” verranno inoltre proposte due conferenze. La prima – in lingua tedesca – dal titolo “Die hochalpinen Pilzen der ‘Zwergweidenwälder’” (“I funghi alpini d’alta quota dei boschi di salici nani”) avrà luogo venerdì 23 settembre alle ore 20 al Museo di Scienze Naturali a Bolzano. Dopo una panoramica dei tipi di vegetazione che crescono tra il fondovalle e le massime altitudini alpine, Walter Tomasi, membro della sezione bolzanina dell’Associazione micologica “Bresadola”, illustrerà quali funghi vivono nei boschi di salici nani (piccoli arbusti d’alta quota) e la loro importanza per questo particolare habitat. L’ingresso alla serata è gratuito. “Problemi ambientali emersi con il censimento dei funghi in provincia di Bolzano” è la seconda conferenza (in italiano). In essa, il responsabile scientifico dell’Associazione “Bresadola” –Bolzano, Francesco Bellù, presenterà i problemi emersi dall’ultimo censimento micologico effettuato sul territorio altoatesino dalla Provincia, concernenti, in particolare, la diminuzione di diverse specie a causa dell’attività umana. La conferenza avrà luogo sabato 24 settembre alle ore 17:00 al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, a Bolzano, ed è a ingresso libero.