L’imprenditore dell’olio Nicola Carbone nuovo campione italiano di Tiro a volo


A soli 33 anni, dopo un decennio di attesa per la regione, riporta a casa l’ambìto titolo italiano di Tiro a Volo nella disciplina più difficile: la “Fossa olimpica”. Si tratta di Nicola Carbone di Delianuova (RC) partecipante alla competizione nazionale nella prima categoria (seniores) calibro 20,  con i colori della “Tiro a Volo Garzo” di S. Eufemia d’Aspromonte (RC). Sui campi di tiro di Valle Aniene a Roma, Carbone ha mantenuto costantemente la posizione di vertice, fino al gran finale vincendo con 141 punti su 150. Si arricchisce così il suo consistente e luccicante palmarès, esposto a casa con orgoglio insieme a tante foto ricordo che lo ritraggono, sin da ragazzino, sui campi di tiro anche con campioni famosi. Chiediamo a Nicola quali siano le sensazioni provate e che futuro c’è per questo sport. Ci risponde deciso: “Una splendida esperienza soprattutto per l’ambiente e i concorrenti di alta qualità provenienti da tutta l’Italia. Un’emozione che cresceva via via fino ai colpi ed ai centri finali. Una soddisfazione certamente ed un vecchio sogno coltivato nel tempo che si avvera. Il tiro a volo, che è disciplina olimpionica, è uno sport in crescita essendo uno sport plain air. Peccato che i campi attrezzati siano pochi nonostante il grande interesse da parte di tutte le fasce di età e nonostante il potenziale indotto turistico che si avrebbe con campi di tiro di alto livello ”. Prossimo appuntamento alle Olimpiadi ? “Non di certo – dice Nicola – si ritorna al lavoro di tutti i giorni. Con mio fratello Ferdinando gestiamo un’azienda olivicola di 50 ettari a Laureana di Borrello (RC) e produciamo tre oli extravergine di oliva di alta gamma: Laureanum, Coroneiki e Ter; quest’ultimo è stato recentemente premiato col titolo “Prestige Gold” al concorso internazionale Terrolivo ad Israele”. E’ il caso di dire… un olio da campioni.