Macerata, si apre la seconda fase del progettoTuristi non a caso

Dopo il successo degli appuntamenti di luglio, ripartono a settembre (8,15,22,29) i laboratori di progettazione partecipata, per bambini (5-11 anni) “Turisti non a caso!”. Il progetto  è realizzato con patrocinio dell’assessorato alla Partecipazione e Politiche giovanili del Comune e la collaborazione dell’Istituzione Macerata Cultura Biblioteca Musei e ha come obiettivo quello di far vivere la città storica ai bambini e alle bambine sotto un profilo diverso. Palazzo Buonaccorsi, le vie, le piazze, le stradine, i monumenti, gli angoli nascosti della città saranno cornice ideale di questo originale e innovativo percorso didattico. Nel mese di luglio i bambini si sono “smarriti” nell’affascinate reticolo di vicoli che si snoda alle porte dello Sferisterio. Zona di indagine sonora, olfattiva, visiva è stata infatti la Cocolla. Il risultato di questa prima sinergia si è prodotto in una cartina e una serie delle simpatiche cartoline che ritraggono dei bizzarri “personaggi” in alcuni punti particolari della zona indagata. I bambini si sono riappropriati di parte della città riportando in strada vecchi giochi, conoscendo la gente che abita il posto, osservando le botteghe e le cantine, scoprendo così anche vecchi mestieri. Sempre a luglio poi l’associazione Les Friches ha gestito un punto promozionale di attività per bembini. Estro/Geni 001, questo il nome dell’evento, si è declinato in una serie di interessanti iniziative: incontri con illustratori ed editor, laboratori di creatività aperti a grandi e piccini, mostra di oggetti di eco-design realizzati “in casa”. Moltissimi i contatti ottenuti e grande il successo per ogni evento, piazza Mazzini è stata per un mese la piazza dei bambini. Per scoprire quale sarà la prossima meta di “Turisti non a caso” non resta che portare i bambini al Palazzo Buonaccorsi, giovedì 8 settembre, dalle 16 alle 18, per il primo appuntamento che è di prova.  Per info e costi: email_lesfriches@ymail.com e mobile +39 3498444185. E per dirla con lo slogan “Orecchie ben aperte, nasi pronti al fiuto, occhi furbi e veloci: tutto è pronto per la nuova edizione”.

Luca D’InnocenzoLa Scansione.net