Positano Premio Léonide Massine, la qualità fa bene alla danza

di Goffredo Palmerini
Fra gli appuntamenti del Positano Myth Festival, il 3 settembre sarà assegnato il Premio per la danza intitolato al grande coreografo e ballerino russo Léonide Massine: oltre al coinvolgimento di Franco Zeffirelli, l’edizione di quest’anno – la numero 42 – ha un nuovo direttore artistico, Daniele Cipriani che per sottolineare la natura internazionale del Premio, ha inserito una giuria costituita da critici di fama mondiale. Cipriani ha sottolineato quanto il premio con la sua qualità faccia bene alla danza vista la presenza delle “maggiori eccellenze di danza di oggi come Natalia Osipova, stella del Bolshoi di Mosca, Cristiana Morganti della compagnia di Pina Bausch, Alban Lendorf del Balletto Reale Danese, ma anche le grandi scuole della danza modern americane come quella di Martha Grahma. Inoltre per la prima volta verrà una compagnia per intero ovvero la La La La Human Steps diretta da Edouard Lock (Compagnia canadese)”. Un’altra novità è “per omaggiare proprio Massine la creazione di un nuovo premio che si chiama “Massine legacy” che verrà consegnato a chi porta avanti l’arte di questo grande maestro ancora oggi nel mondo. Verrà dato quest’anno a Susanna Della Pietra, sua storica assistente”. Sicuramente il fascino di una città come Positano aiuta: “La location è magica, ma fu magica già nel 1917 quando arrivo Léonide Massine per la prima volta”, conclude Cipriani.