Vèntu d’amùri

Vèntu d’amùri chi ‘u cori si tìra

ti cèrcu ‘ntò còri pùru stasìra

‘Ntò còri hàiu ‘na timpèsta

e ‘u sàngu mi sbàtti fòrti ‘nta tèsta

Vèntu d’amùri chi vèni u mi pòrti

quàndu i ricòrdi no’ sùggnu mòrti

Vèni u mi dùni nu’ pòcu i turmèntu

e io cèrcu mu’ dòrmu cùsi no’ ti sèntu

Pòi mi ìsu du lèttu e vègghju u ti vìu

mèntri ‘a lùna ‘ntò cèlo si ‘nd’hìu

Ma’ pùru ‘ntò scùru ti sèntu friscàri

e sùla ‘ntò lèttu mi hàiu a curcàri

‘Ntàntu chi gìri ‘nta l’ària attòrnu

nèsci ‘u sùli e fàci gìa jòrnu

Tu tì’ndì tòrni arrèdi e muntàgni

e pi’ dumàni u fhiàtu sparàgni

Tòrna di nòvu sèmpi da errànti

ma portàci ‘u vèntu a n’àtru amànti

Cuntìnua a giràri u mùndu a tùtti l’ùri

ma tornàmi ‘u còri mìo vèntu d’amùri.

 

Vento d’amore

Vento d’amore che il cuore si tira

ti cerco nel cuore pure stasera

Nel cuore mi sento una tempesta

e il sangue mi sbatte forte nella testa

Vento d’amore che vieni a portarmi

quando i ricordi non sono ancora morti

Vieni a darmi un po’ di tormento

e io cerco di dormire cosi non ti sento

Poi mi alzo dal letto e vengo a vederti

mentre la luna nel cielo se ne andata

Ma pure nel buio ti sento fischiare

e sola nel letto mi devo coricare

Intanto che giri nell’aria attorno

nasce il sole e fà già giorno

Tu te ne torni dietro alle montagne

e per domani il fiato risparmi

Torna di nuovo sempre da errante

ma porta il tuo vento ad un altro amante

Continua a girare il mondo a tutte le ore

ma tornami il cuore mio vento d’amore

 

Nel silenzio della notte quando tutto tace il vento con il suo soffio ci porta a pensare a ricordi passati un dialogo con la forza della natura dove alla fine l’innamorata gli chiede di andare in giro per il mondo e portare i tormenti ad altri amanti e restituire il proprio  cuore.  Un inno ai sentimenti, una imprecazione al vento che possa portare via in un soffio il tormento di una sofferenza d’amore.