Milano, affonda piazza Affari

Milano maglia nera termina la seduta in ribasso del 6,15%. I timori di un ritorno della recessione hanno pesato sulle scelte degli investitori che hanno accentuato le vendite sulla scia della partenza decisamente negativa di Wall Street. Tra i listini principali del vecchio continente, Francoforte ha ceduto il 4,82%, Parigi il 5,48% e Londra il 4,49%. L’indice Ftseurofirst 300 ha lasciato sul terreno il 4,9%. Particolarmente venduti i titoli del comparto automobilistico, con l’indice di settore in calo del 7,7%. Male anche le banche: lo Stoxx Europe 600 banking ha registrato un crollo del 6,6%.Chiusura di seduta pesante per Piazza Affari. A preoccupare l’ipotesi di una Tobin Tax (tassa sulle transazioni finanziarie) rilanciata dalla Merkel e da Sarkozy. Intanto in forte calo anche la Borsa di New York: il Dow Jones perde il 3%, il Nasdaq il 4%. Il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, cerca di spargere acqua sul fuoco: “Non c’è una recessione in vista”, ha detto aggiungendo che “ci vorrà del tempo per ristabilire la fiducia”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin