Comu acqua chiovana

Comu acqua chiovana

Comu acqua chiovana chi scindi du’ celu

e porta friscura ‘a natura

cusi scindisti subba di mia,

mi vagghiasti  i capiji e a facci

Arrivasti ‘ntà na jurnata d’astati

‘u chiuviri finiu e di st’acqua

no’ mi pozzu cchjù  asciugari

l’haiu i subba ‘a pelli e ‘ntò sangu

scifula ‘ntè pinzeri e ‘ntè ricordi

i chiji jorna belli aundi erimu cuntenti

Mo tu si dintra e fora i mia

vogghju u penzu ca’ st’acqua

comu a dui gralimi d’amuri

sulu u tempu i poti asciugari

Mentri aspettu u nesci u suli

assettati cu’ mia ‘nu pocu

ca’ ti cuntu ‘sta bella storia

chi vinni du’ celu e tu atterrasti sutta terra

Tu cridivi ca’ muria

ma comu ‘a sumenta

chi cadi ‘ntè surchi e fhjurisci

Cusi ogni ricordu d’amuri non mori

ma cadi ‘ntò cori mio

e nescinu i primi strati da vita

Mo’ ‘ndì pigghju una du’ pettu

e vogghju u viu aundi mi porta

Si tu no’ sai aundi hai u trovi cchjù  amuri

veni cu mia ca’ strata facendu

mi fai cumpagnia………

Come acqua di pioggia

Come acqua di pioggia che scende dal cielo

e porta frescura alla natura

cosi sei caduto sopra di me

bagnandomi i capelli e il viso

Sei arrivato in una giornata d’estate

la pioggia è finita e di questa acqua

io non posso più asciugarmi

ce l’ho sopra la pelle e nel sangue

scivola nei pensieri e nei ricordi

di quei giorni belli in cui eravamo contenti

Adesso tu sei dentro e fuori di me

voglio pensare che quest’acqua

come due lacrime d’amore

solo il tempo le potrà asciugare

Mentre aspetto che sorga il sole

siediti con me un poco

che ti racconto una bella storia

che è venuta dal cielo e tu l’hai sotterrata sotto terra

Tu credevi che morisse

Ma come il seme che cade nel solco e fiorisce

Cosi ogni ricordo d’amore non muore

ma cadendo nel mio cuore

fioriscono  le prime strade della vita

Adesso ne prendo una dal petto

e voglio vedere dove mi porta

Se tu non sai dove andare a trovare di nuovo l’amore

vieni con me che strada facendo

mi farai compagnia…………………

L’amore arriva nel nostro cuore  all’improvviso  come una tempesta  e ci travolge. L’amore è paragonabile alla pioggia che cade addosso sui capelli e sul viso.  Dai ricordi vissuti  nasce la speranza di ricominciare, mentre le  strade della vita rifioriscono. Alla  fine di questo viaggio  ci  aspetterà  un nuovo amore. Il sentimento profondo che accomuna gli uomini, che li unisce e li divide così come dicono gli antichi nella “diatriba” odi et amo, un contrasto intenso e correlato, magistralmente parafrasato dall’acqua che scende dal cielo, quell’acqua portatrice di vita.