Gioia Tauro, lo stadio intitolato a Pasquale Stanganelli

L’11 novembre 2008 gli amici di Pasquale Stanganelli, ricordavano la figura del decano dello sport gioiese a poche ore dalla sua morte.

“Qualcuno diceva che non si muore davvero se chi ti ha voluto bene si ricorderà sempre di te. Ecco! Questo è quello che accadrà con Pasquale Stanganelli, galantuomo che ha lasciato l’intera città nello sgomento, con la sua tragica scomparsa. Una folla immensa ha gremito, ieri pomeriggio, il duomo di Gioia Tauro, presenziando al rito funebre celebrato da Mons. Laruffa, il quale ha sottolineato, con grande emozione, il valore della preghiera nel ricordo di una figura così dolce come quella di Stanganelli. Un esempio di onestà e di correttezza che ha cresciuto parecchie generazioni, inculcando i valori sani dello sport e del vivere civile. Tra parenti ed amici o semplici conoscenti, c’era un mix di anziani, giovani e tanti bambini appartenenti a squadre giovanili della Piana, di cui Pasquale Stanganelli era stato presidente fino a poco tempo addietro. Immancabili, naturalmente, i vertici federali di Figc e Settore arbitrale che hanno deposto corone di fiori intorno al feretro del decano sportivo gioiese. Le società calcistiche metaurine, Nuova Gioiese in testa, hanno poi poggiato una maglia viola, quel viola che lui ha amato fino alla fine, fino a sabato scorso quando ha seguito la squadra nella trasferta di Lazzaro, gioendo ai gol degli atleti pianigiani. Con Pasquale Stanganelli se ne va un figura storica della città, non solo in ambito sportivo. Le fiamme che hanno divorato l’antico bar in cui è nato e vissuto, hanno, sicuramente, indebolito il suo essere gioviale, spingendolo a compiere un atto così eclatante. Un gesto, ricalcando le parole di Mons. Laruffa, misterioso che forse cela anche un messaggio. Un gesto di coraggio che sia magari input per una città che dorme silente. Addio caro don Pasquale rimarrai sempre nel cuore di chi scrive”. A distanza di quasi tre anni dalla sua scomparsa lo stadio polivalente sarà intitolato a Pasquale Stanganelli. “Da ragazzino – afferma in una dichiarazione in un blog locale il sindaco Renato Bellofiore – ho sempre sentito riecheggiare in ambito calcistico il nome di Pasquale Stanganelli: un personaggio che ha fatto la storia del calcio gioiese. L’amministrazione comunale s’impegnerà fattivamente affinchè in breve tempo il Polivalente sia conosciuto come stadio Pasquale Stanganelli”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin