Torino, azione stringente della polizia municipale

Durante un controllo stradale una pattuglia del presidio di Porta Palazzo della Polizia Municipale ha fermato nel primo pomeriggio un magrebino 43enne, risultato evaso dagli arresti domiciliari: nel corso dei successivi accertamenti l’uomo, L.C, è stato denunciato per guida senza patente (mai conseguita) e per false dichiarazioni in atto pubblico, poiché per riavere l’auto che stava guidando e non farla portare in un deposito comunale aveva dichiarato di non avere procedimenti penali in corso. Terminati gli accertamenti L.C. è stato riaccompagnato dagli agenti al suo domicilio a disposizione dell”Autorità Giudiziaria. Poco dopo la stressa sorte è toccata subito a H. Y.K, cinese 25enne, che guidava senza patente un motociclo senza documenti. Il giovane è stato accompagnato all’ufficio stranieri della Questura, dove si è scoperto che non aveva permesso di soggiorno e gli è stato intimato di lasciare entro 5 giorni il territorio nazionale. Il motociclo è stato sequestrato. In mattinata un’altra pattuglia, intervenuta per dividere alcuni nomadi, ha scoperto che su uno di questi pendeva un decreto di allontanamento dal territorio nazionale emesso dal Prefetto di Pescara come persona indesiderata e pericolosa per l’ordine pubblico. G.I, rumeno 51enne pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona, è stato portato prima al Comando per essere fotosegnalato e poi all’Ufficio Stranieri della Questura per ulteriori accertamenti.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin