Crisi, la folla chiama Berlusconi buffone e ne chiede le dimissioni

All’arrivo, il premier è stato contestato dalla folla presente a piazza Colonna:  si sono levate alcune grida di “buffone”, e “vai a casa”. ”C’e’ una attenzione particolarissima della speculazione internazionale su di noi a cui bisogna cercare di mettere un argine. Prevediamo una opportuna accelerazione delle misure che abbiamo introdotto con il decreto manovra per raggiungere il pareggio di bilancio anticipatamente nel 2013 anziché nel 2014″. Il governo intende “anticipare” l’approvazione della delega fiscale nei prossimi mesi, “forse gia’ a settembre”. L’impianto della manovra ha avuto “apprezzamenti precisi” dalla comunità internazionale, ma “la situazione sui mercati finanziari mondiali consiglia l’accelerazione di queste misure”. E’ quanto ha precisato Berlusconi. “Nulla di quello che succede si puo’ ascrivere a uno dei governi di qualunque paese, ma riguarda globalmente sistema finanziario”, ha detto. ’L’Italia soffre una pesante eredita’ del passato che e’ l’elevato debito pubblico: il terzo-quarto del mondo, dopo Usa e Giappone e Germania. Ma, come piu’ volte ha ricordato Tremonti, il nostro bilancio non e’ il terzo o quarto del mondo’’.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin