Trieste, Bandelli all’attacco definisce Dressi irresponsabile con poca memoria

“L’auspicio sarebbe quello di potersi confrontare una volta tanto con dei ragionamenti politici e non come ormai il Pdl ci ha abituati con attacchi personali a cui siamo costretti a replicare. Ma l’auspicio in questo caso, è forse speranza troppo grande. Ci accontenteremmo di ascoltare prudenti e quanto mai opportuni silenzi. In questo senso forse era troppo aspettarsi, dopo settimane in cui nessuno nelle fila del centro-destra ha pensato di offrire una lettura del risultato elettorale, che arrivasse una lucida e umile analisi della sconfitta politica. E’ arrivato invece un lungo sfogo del vice coordinatore regionale di quel partito che oltrepassa anche i timori più pessimistici su ciò che ribolle nella testa dei suoi vertici e che tutto offre tranne che un dato su cui riflettere. E’ a dir poco surreale da questro punto di vista, che chi come Dressi ha l’onere di guidare un partito che in cinque anni ha perso nel suo capoluogo regionale ben 23000 voti, trovi il tempo per dispensare pagelle e voti ad altri, e non abbia avuto modo in tutte queste settimane di guardare in casa propria e ricordarsi dei gravi errori compiuti. In un momento in cui tutti – noi per primi in questo senso abbiamo dato la più ampia disponibilità – dovrebbero pensare a ricostruire il centro-destra anche in vista delle prossime elezioni regionali, è davvero irresponsabile quanto fa Dressi, che pensa bene di scaricare le colpe su tutti tranne che su se stesso che pure è vice coordinatore regionale di un partito che ha perso le scorse elezioni e si ostina in quell’opera disgregatrice e distruttiva che ha portato al disastro che ha regalato Trieste al centro-sinistra. D’altro canto i toni di Dressi, sono solo la conferma di una situazione irreversibile  in cui il Pdl triestino è precipitato, guidato com’è, da personalismi esasperati piuttosto che da una visione equilibrata della situazione. Non per niente, anche i vertici romani hanno da tempo palesato il loro interesse per ciò che accade a Trieste dove è chiaro, a chiunque abbia a cuore le sorti del centro – destra, che è necessario un deciso cambio di rotta e che questo dovrà passare necessariamente da una revisione degli organismi dirigenti che in questa debacle hanno avuto responsabilità ben individuabili”. E’ quanto scrive in una nota Franco Bandelli, leader di Un’Altra Trieste e consigliere comunale triestino, in rifermento alle polemiche post voto e nell’ambito del centrodestra.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin