Macerata,agli Aperitivi la pietà di Mozart con Matassi e il libro di Giannangeli sul teatro di prosa di Pizzi

Il programma di lunedì (1 agosto) – La creazione impaziente e il teatro di Pier Luigi Pizzi sarà invece il tema su cui verterà l’incontro di lunedì (1 agosto). Agli Aperitivi culturali verrà presentato, infatti, il libro del professor Pierfrancesco Giannangeli La creazione impaziente. Pier Luigi Pizzi e il teatro di prosa (Titivillus, 2011) in cui viene ripercorsa la storia nel teatro di prosa di Pier Luigi Pizzi, uno dei più grandi scenografi, costumisti e registi del teatro italiano, autore, in sessant’anni di carriera, di oltre seicento spettacoli e direttore artico dello Sferisterio Opera Festival.Lunedì, oltre al Maestro Pier Luigi Pizzi, ad introdurre la pubblicazione sarà Antonio Audino, giornalista, programmista e regista che ha  realizzato dal 1988 a oggi diversi programmi radiofonici e televisivi sulle varie reti della Rai. E’ critico teatrale del quotidiano  Il Sole 24 Ore ed autore di diverse pubblicazioni tra le quali La Compagnia dei Giovani. 1954/1974 Una stagione del teatro italiano,  Corpi e visioni. Indizi sul teatro contemporaneo ed ha curato le voci relative al teatro dell’ultimo aggiornamento (2008) dell’Enciclopedia Treccani. Per quanto riguarda l’autore, Pierfrancesco Giannangeli è docente di Storia dello spettacolo e Storia della scenografia all’Accademia di belle arti di Macerata. Tra le sue pubblicazioni ci sono una serie di voci per il Dizionario dello spettacolo del ‘900 (Baldini & Castoldi, 1998), i volumi Adriano Tilgher. Filosofia del teatro (Eum, 2008), Invisibili realtà. Memorie di Re Nudo e Incontri per un nuovo teatro (1987-2009) (Titivillus, 2010), il saggio Le stagioni di prosa al Teatro delle Muse (1827-1943) e la Cronologia degli spettacoli, firmata con Paola Ciarlantini, per il volume La fabbrica delle meraviglie. Il teatro ad Ancona nelle carte d’archivio (Il Lavoro Editoriale, 2011). Ha curato, insieme a Pier Luigi Pizzi, un adattamento di Corruzione al palazzo di giustizia di Ugo Betti per lo Sferisterio Opera Festival 2009 e, con Enrico Pulsoni, la mostra Tadeusz Kantor-Cricot 2, “La classe morta” nelle foto di Romano Martinis al teatro Lauro Rossi di Macerata nel novembre 2010. Collabora con quotidiani e riviste.

Luca D’Innocenzo La Scansione.net

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin