Paestum, scoperte quattro tombe antiche

Alcune tombe antiche situate nella zona agricola di Paestum sono state scoperte dai militari della Guardia di Finanza della compagnia di Agropoli. Le Fiamme Gialle sono intervenute a seguito della segnalazione di un turista che durante una passeggiata si era accorto di una buca al cui interno si trovava una tomba antica. I finanzieri hanno poi segnalato il ritrovamento alla sovrintendenza dei beni archeologici che successivamente ha dato il via alle operazioni di recupero. La tomba prima ancora che fosse scoperta dal turista era gia’ stata portata alla luce dai cosiddetti ‘tombaroli’ che l’avevano depredata di vari reperti. L’intervento delle Fiamme Gialle ha pero’ consentito di evitare che altri reperti finissero nelle mani dei tombaroli tra cui un vaso e altri piccoli oggetti appartenenti al corredo funebre e le pareti della tomba che per l’ottimo stato di conservazione e per la bellezza dei suoi dipinti avrebbero fruttato grosse somme di denaro. La sovrintendenza infatti ha valutato inoltre 2 mln di euro i beni ritrovati. Nel corso degli scavi sono state scoperte altre tre tombe che al momento sembrerebbero non saccheggiate dai ‘tombaroli’. Le Fiamme Gialle nel corso di una perquisizione eseguita in un’abitazione di Capaccio nel Salernitano hanno sequestrato due anfore romane in ottimo stato di conservazione. Il proprietario dell’appartamento e’ stato denunciato in stato di liberta’ alla Procura di Salerno. Le due anfore sono state consegnate dalla Guardia di Finanza al museo archeologico di Paestum.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin