Trieste, appuntamento giovedì alle 21 con Road Movies 2000

Giovedì 28 nuova data della rassegna cinematografica curata da La Cappella Underground e Bonawentura, in collaborazione con l’Associazione Casa del Cinema neell’ambito del festival Teatri a Teatro 2011 | Itinerari/Routes, promosso e organizzato dalla Provincia di Trieste. In programma al Foyer Cecchelin, nello spazio esterno del  Teatrino Franca e Franco Basaglia, il lungometraggio “Im Juli” (2006) di Fatih Akin, in versione originale sottotitolata in italiano. La proiezione è realizzata con la collaborazione del “Goethe-Institut Triest”. In caso di maltempo, la proiezione avrà luogo all’interno del Teatrino. L’ingresso è libero. Secondo lungometraggio di Fatih Akin, acclamato regista dei film “La sposa turca”, “Crossing the Bridge” e “Soul Kitchen”, nato ad Amburgo da una famiglia immigrata dalla Turchia, “Im Juli” è una commedia sentimentale che racconta la storia on the road di un professore che attraversa l’Europa dell’Est per ritrovare la sua Istanbul. Daniel, giovane insegnante di fisica, conduce ad Ambugo una vita decisamente noiosa; sarà l’incontro con Melek, una splendida ragazza di origini turche, a rivoluzionare la sua routine assolutamente priva di fantasia. Daniel se ne innamora follemente e decide di seguirla fino a Istanbul. Accompagnato da Juli, una ragazza entusiasta della vita che vende gioielli per la strada e che da tempo lo ama in segreto, Daniel inizia il lungo viaggio verso la Turchia. La lunga odissea attraverso i Balcani segnerà per l’isegnante una svolta: dopo essere stato picchiato, sedotto, abbandonato, rapinato e gettato in una galera turca, capirà finalmente che l’esistenza comincia al di fuori dell’aula scolastica; ma soprattutto imparerà che la felicità esiste, e che non bisogna lasciarsela sfuggire. “Il film è nato dalle mie esperienze d’infanzia” raccontava il regista all’epoca della presentazione della pellicola. “Ogni anno io e la mia famiglia andavamo in vacanza in automobile da Amburgo fino in Turchia, attraversando tutti i Balcani: viaggi davvero indimenticabili. Da qui la voglia di fare un film europeo diverso che mostrasse il nostro continente non attraverso la Francia, l’Italia o la Spagna, ma anche attraverso paesi che sembrano quasi considerati di un altro mondo”. Lo stile del film sembra risentire in maniera evidente dell’influenza di Emir Kusturica, non solo per le atmosfere balcaniche ma anche per la presenza nel cast di Branka Katic, protagonista di “Gatto nero, gatto bianco”. Allo stesso modo,”Im Juli” è all’apparenza un film imparentato con il cinema indipendente americano degli anni Ottanta, anche se il regista ha dichiarato: “In realtà non mi sono ispirato a dei modelli americani, mi sento molto più vicino al cinema di Philippe De Broca e ai suoi degli anni Sessanta e Settanta, le commedie d’avventura con Jean Paul Belmondo e soprattutto ho preso molto dai fumetti di Tin Tin”. Il programma della rassegna “Road Movies 2000” continuerà lunedì 1° agosto con la proiezione di “Exils” (2004) di Tony Gatlif. Coordinato dalla Provincia di Trieste, il festival Teatri a Teatro 2011, si avvale del fondamentale contributo della Fondazione CRTrieste, del sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia, la concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Friuli Venezia Giulia – Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici del Friuli Venezia Giulia, la collaborazione dei Comuni della provincia e il supporto dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia. Si ringraziano i proprietari del Castello di Duino e i proprietari del Castello di Muggia.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin