Gioia Tauro, l’agonia del Porto continua la Regione ne riparla venerdì

La sensazione è che il Porto ormai stia per chiudere, che lo scalo calabrese sia in liquidazione. Lo si intuisce dagli eterni rinvii della classe politica. La vice presidente della Giunta regionale Antonella Stasi – informa una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta – ha comunicato pochi minuti addietro che il tavolo convocato dalla Regione con i Sindacati e l’Autorità Portuale di Gioia Tauro relativo alla richiesta di crisi aziendale avanzata da Mct è stato rinviato a venerdì prossimo. “Azienda e Sindacati sono vicini ad un accordo – ha affermato la vice presidente Stasi – e questo per noi è motivo di compiacimento. L’auspicio è che durante il prossimo incontro si possa arrivare alla sottoscrizione di un accordo da proporre al Ministero per quanto riguarda la cassa integrazione. Fermo restando che il Presidente Scopelliti e la Giunta regionale   – ha concluso la Vicepresidente della Regione Antonella Stasi  – continuano a lavorare ad altri e più importanti soluzioni per la salvaguardia dei livelli occupazionali e per un nuovo e vero rilancio del porto di Gioia Tauro”. Parole ed ancora parole. Tempo che passa e lavoratori appesi ad un filo…

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin