Vibo Valentia, Domenico La Bella non è stato ucciso…

Domenico La Bella, fornaio di 51 anni, è morto cadendo dal secondo piano della sua abitazione ma non è escluso che qualcuno possa averlo spinto giù. Sul suo corpo la perizia – eseguita dal medico legale Katiuscia Bisogni – non ha riscontrato alcun proiettile. Secondo le prime indagini dei carabinieri, un gruppo di amici – tra cui Nazzareno Galati, il carpentiere di 42 anni ferito con un colpo di pistola alla coscia sinistra – dopo aver mangiato ed alzato un po’ il gomito, si sono messi a litigare; ad un tratto La Bella si sarebbe messo a sparare e uno dei colpi di pistola di piccolo calibro avrebbe raggiunto Galati. All’arrivo dell’ambulanza La Bella era già morto, mentre il ferito è stato accompagnato da un’auto all’ospedale dove si trova ricoverato con una prognosi di 10 giorni. Molti i punti ancora da chiarire.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin