Quattro vittime sul lavoro in una sola giornata

Trieste bilancio per i lavoratori italiani. Un uomo di 21 anni è morto vicino a Bolzano dopo aver perso il controllo di un camion all’interno di una cava di ghiaia: il mezzo è precipitato per un centinaio di metri e il conducente è deceduto sul colpo. A Chivasso, in provincia di Torino, un operaio di 49 anni, Piermarco Canu, è stato travolto dalle pale interne di una betoniera all’interno della ditta Aset , specializzata in manufatti di cemento precompressi. L’uomo è deceduto all’ospedale in seguito alle gravissime lesioni interne riportate. La vittima stava lubrificando gli organi interni della betoniera, quando un altro operaio, R. C., classe 1959, sembra dopo aver chiamato più volte il collega per accertarsi della sua posizione, ha azionato la macchina impastatrice del cemento che ha stritolato Piermarco Canu. Un uomo di 45 anni è morto sul colpo a Ruvo del Monte (Potenza), schiacciato dal trattore su cui stava lavorando in un’azienda agricola. Infine a Firenze, nel quartiere di Scandicci, in un magazzino della Coop, un uomo di 52 anni è rimasto ucciso quando il muletto su cui stava lavorando è andato sbattere contro una scaffalatura. Claudio Pierini, 52 anni, è morto sul colpo per le lesioni subite in seguito all’urto contro il volante del mezzo.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin