Quotidiano della Calabria, grave intimidazione il monito del presidente dei giornalisti Soluri

“L’ennesima intimidazione subita da un organo di stampa in Calabria conferma quanto sia difficile, in questa regione, fare informazione libera senza dover subire gli attacchi vili di chi pensa di poter condizionare il lavoro dei giornalisti calabresi. Le due bottiglie molotov con miccia innescata trovate nei pressi della sede del “Quotidiano della Calabria”, a Castrolibero, rappresentano un chiaro atto intimidatorio nei confronti della testata e di quanti, editori, direttori, redattori e collaboratori, sono quotidianamente impegnati ad offrire ai calabresi un prodotto editoriale libero da condizionamenti, coraggioso, pronto a battersi a salvaguardia della libera circolazione delle idee e per affermare i principi della democrazia e della legalità. Ci auguriamo che le forze dell’ordine e gli inquirenti risalgano al più presto agli autori del vile gesto, nel mentre esprimiamo la più ferma e sentita solidarietà a tutti i colleghi del “Quotidiano” che certamente, da questo squallido tentativo di intimidazione, trarranno ancor più forza e convinzione nel proprio impegno a favore della libera informazione in una regione che ha bisogno di isolare ed estirpare la malapianta della criminalità”.  Lo dichiara in una nota stampa Giuseppe Soluri, presidente Ordine dei Giornalisti della Calabria.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin