Gioia Tauro, ancora sequestri di pesce

Continua incessante l’attività di controllo sulla filiera ittica, da parte dei militari della Guardia Costiera di Gioia Tauro (RC) che, accompagnati dal dirigente locale del servizio veterinario, nella mattinata odierna hanno effettuato un’ispezione presso una pescheria sita nel comune di Gioia Tauro. Dal controllo è emerso che i locali della pescheria erano privi dei requisiti minimi igienico sanitari necessari per una corretta conservazione del pesce; oltre questo si riscontrava la mancanza del ghiaccio per il mantenimento dei prodotti ittici alla dovuta ed ottimale temperatura prevista dalla vigente normativa. A questo si aggiungeva la presenza di numerose mosche ed api, causata dalla mancanza di ogni tipologia di protezione dei prodotti esposti. Si procedeva, dunque, all’immediato sequestro dei prodotti ittici, che si trovavano in condizioni tali da non garantire gli aspetti previsti dalle norme igieniche. Dopo la conferma dello stato di cattiva conservazione e di non idoneità alla commercializzazione veniva disposta, ad opera del Magistrato di turno, l’immediata distruzione. Complessivamente sono stati sequestrati un totale di Kg 53 di pesce, tra tonno alalonga, spatole, triglie, sarde e orate.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin