Roma, la giunta di Alemanno riparte dalla Sensi

Rossella Sensi, ex presidente della Roma, diventa il nuovo asso nella manica, della Giunta di Alemanno. La notizia e’ stata data, poco dopo che in Camipidoglio si era saputo che il Tar, aveva accettato il ricorso  delle consiglieri comunali Monica Cirinna’ e Maria Gemma Azuni e dalle consigliere di Parita’ della Provincia di Roma e della Regione Lazio Francesca Bagni e a Alida Castelli azzerando  la giunta comunale di Roma, per non aver rispettato le “quote rosa”. La giunta creata da Alemanno, si e’ dimostarata fortemente sbilanciata,  infatti, l’unica “quota rosa” era rappresentata dall’assessore alle Politiche Sociali  Sveva Belviso, ed una donna su 12, e’ molto poco , per garantire l’equilibrio. Il Sindaco suo malgrado , accetta la sentenza, e porta a casa un’altra sonora sconfitta, che aggiunta alle altre ,che hanno segnato tre anni di dirigenza capitolina, non fa’ ben sperare in una ripresa, sopratutto perche’, Alemanno  dovra’ attraverso la nuova giunta, far dimenticare i “guai” che fino ad ora lo hanno travolto, dallo scandalo di parentoli, con 4000 assunzioni, passate sotto gamba e senza concorsi, che hanno portato ad altrettanti contratti a tempo indeterminato,  ai vari rimpasti  di giunta tra assessori mandati via,e vice capi di gabinetto che si dice siano fuggiti, a cui si sono aggiunti  due direttori esecutivi del Campidoglio. Tre pres e tre amm.ri d di Atac sostituiti, e tre amm.ri e tre pres, della societa’ Risorse per Roma; e’ possibile, che attraverso la dott.ssa Sensi, definita dallo stesso Alemanno,  come una risorsa tecnica,    si prepari ad un nuovo colpo di coda,  tanto da riuscire a superare la crisi, creando una giunta all’altezza delle aspettative, con un numero di donne, che garantisca  le” quote rose”, e che sia da esempio alle tante giunte comunali che al loro interno , non hanno nemmeno una donna , riuscendo a risanare , quelle che sono le falle di un’amministarzione che fino ad ora, forse ha un po’ deluso la cittadinanza. La dott.ssa Sensi, si occupera’  della promozione  dell’immagine e dello sviluppo di Roma capitale ,non solo in relazione  alla candidatura di Roma alle Olimpiadi e Paraolipiadi  del 2020 , ma anche in relazione  alla realizzazione dei grandi progetti  necessari per Roma Capitale.  L’augurio e’ che tutto cio’ avvenga in tempi brevi e che la Citta’ Eterna, torni ai fasti di un tempo, in cui era il simbolo indiscusso della magnificenza.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin