In Calabria il Note Pulite Festival

Si svolgerà il 19 luglio 2011 la XVIII edizione del NotePuliteFestival, rassegna canora operativa ormai dal 1993, da sempre al servizio della musica emergente. Un festival nazionale dedicato alle nuove e giovani voci italiane, da sempre ascoltate e reclutate dal Patron Domenico Gullì, uno dei maggiori talent scout presenti sul territorio nazionale. Musicista, cantautore e produttore discografico, da ben diciotto anni Domenico Gullì porta avanti un ideale di pulizia e trasparenza che il mondo della musica sembra ormai aver perso. In un’Italia in cui la musica si compra e in cui il pubblico, ipnotizzato da programmi e talent show trita artisti, non ha modo di scegliere in base alla qualità di un’operama si trova costretto a mandare giù musica spazzatura, risultato del lavoro di mercenari dello spettacolo, Gullì cammina contro corrente, abituato fin dal suo esordio ad essere catalogato come un pazzo idealista, poiché convinto che nel mondo dell’arte e dello spettacolo in genere si possa ritornare, prima o poi, ad una sana e corretta meritocrazia. Per questo ogni NotePuliteSelection, grande giornata di reclutamento finalizzata alla selezione delle voci migliori presenti in ogni regionale italiana, è per Domenico Gullì e lo Staff di Note Pulite, etichetta discografica torinese, una sfida contro la discografia corrotta, contro i signori della musica che illudono milioni di ragazzi promettendo sogni che non esistono, illusioni che traumatizzano e momenti di gloria che si dissolvono nel giro di pochi mesi. Contro tutto ciò, Note Pulite non compra i propri partecipanti con promesse inconsistenti, ma anzi, contro un’immediata fama e un improvviso successo che lasciano il tempo che trovano, gonfiando questi giovani artisti di un qualcosa che non c’è, offre una costruttiva e costante gavetta, un continuo inventarsi, la parsimoniosa formazione di un proprio bagaglio musicale con cui andare incontro al mondo della musica, un mondo oggi più che mai difficile, inarrivabile, infido che però, con impegno, passione e dedizione, prima o poi, premia. Testimone di ciò è Domenico Gullì in primis, il quale, derubato ai suoi inizi da major e concorsi corrotti, decise di crear da sé il proprio successo, che oggi vede riflesso nel sogno di musica di tutti i giovani intenzionati a crescere e a far musica con Note Pulite, che non è una semplice competizione canora come tante altre, ma è una vera e propria Accademia musicale, che crea, cura e cresce artisti, insegnando loro l’arte del comporre, dello scrivere, dell’interpretare, del recitare, del vivere di musica, sempre e comunque, in ogni contesto, di fronte ad ogni pubblico e, soprattutto, senza attendere un illusorio torna conto. “I più grandi artisti hanno conosciuto la miseria, la frustrazione, il sacrificio, le prove in cantina, questo ha fatto di loro i grandi del proprio tempo, non la stagione fortunata ad un Talent Show sostenuto da sponsor”, questo il pensiero del Patron di Note Pulite che oggi, cinquantenne, decide di portare il proprio festival non in una grande città, non in una metropoli o in località note e affollate che da anni sono ormai protagoniste di grandi e costosissimi eventi, ma in una piccola ed incantevole cittadina, Stelletanone, in provincia di Reggio Calabria, dove Domenico Gullì nacque nel 1960 e dove ebbe inizio quel sogno di musica che oggi è lo stesso sogno di milioni di ragazzi. Un ideale, quello di Note Pulite, sostenuto da importanti nomi (uno fra tutti quello del Maestro Mogol, fondatore del noto CET Music, presidente di Commissione della precedente edizione del NotePuliteFestival), un mondo musicalmente incontaminato, oggi maggiorenne, intenzionato a soffocare chi uccide la musica e la cultura e a riportare la pulizia e la trasparenza di cui da sempre la musica è stata portatrice e che, oggi, rischia di perdere per strada.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin