Roma, il sindaco sceriffo Alemanno contro le prostitute in spiaggia

Dopo la “ronda” in moto di Alemanno, è il turno delle spiagge di Roma. “Con l’operazione Capocotta – ha dichiarato  Giorgio Ciardi, delegato del sindaco alla Sicurezza – è partita l’offensiva dell’amministrazione capitolina contro il fenomeno della prostituzione sulle spiagge del litorale romano”.  L’intervento promosso dal sindaco sempre più sceriffo è consistito in una incursione del XVII gruppo della polizia di Roma Capitale con “controlli e appostamenti, anche utilizzando rilievi fotografici, dalle spiagge di Capocotta fino a Castel Porziano, e anche al di fuori dei confini territoriali di competenza”. “Anche grazie alla segnalazione di turisti – ha aggiunto Ciardi  – è stato possibile portare alla luce come, dietro l’attività di facciata dei massaggi offerti da ragazze cinesi e di origine asiatica sulle spiagge, si nasconde in realtà un’attività di prostituzione, che coinvolge pure quella maschile e che, oltretutto, viene consumata tra le dune delle aree limitrofe, in spregio a qualunque decoro e rispetto della pubblica decenza”. Ciardi annuncia “nuovi controlli straordinari”  sul litorale. Ma basterà prendersela contro la prostituzione per rendere Roma più sicura, una città dove si spara e si ammazza in pieno giorno e si moltiplicano furti, rapine, violenze e la sicurezza è pari o inferiore a zero?

Un pensiero riguardo “Roma, il sindaco sceriffo Alemanno contro le prostitute in spiaggia

  • 13 luglio 2011 in 05:02
    Permalink

    Mi piace l’idea del “Sindaco – sceriffo” ! Che l’idea venisse estesa in tutti i Comuni della penisola !!!

I commenti sono chiusi