Curinga, arrestati Michele e Simone Catanzaro

I Carabinieri della Stazione di Curinga hanno arrestato i fratelli Michele e Simone Catanzaro, di 33 e 29 anni, entrambi noti agli inquirenti e residenti a Curinga. Il provvedimento e’ stato emesso dal Procuratore Capo presso il Tribunale di Lamezia Terme, Salvatore Vitiello, in base alle indagini svolte dai Carabinieri dopo la denuncia sporta da un commerciante di Filadelfia l’ 8 luglio scorso. La vittima si presentò in caserma riferendo di essere stato aggredito dai due fratelli Catanzaro a seguito di un litigio scaturito per problemi di natura economiche. Durante la colluttazione la vittima ha riportato lesioni e contusioni guaribili in 10 giorni. Le indagini svolta hanno permesso di appurare che, oltre alle lesioni, la vittima,durante l’aggressione, ha subito il furto di un monile in oro e della cifra di 700 euro. Da qui l’accusa di rapina e lesioni, e la consequenziale emissione del fermo, a carico dei due fratelli. Michele Catanzaro dovra’ rispondere anche del reato di inosservanza degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale. Gli arrestati sono stati rinchiusi nellaCasa Circondariale di Lamezia Terme.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin