Ciso Calabria, lavoratori e creditori pignorano i beni dell’associazione. Il 19 luglio l’asta

Sono passati gli anni ma la Ciso Calabria non è riuscita a risolvere molti dei problemi relativi ai pagamenti dei propri debiti nei confronti di lavoratori e fornitori. Molti ricorderanno, il lungo tira e molla che ha interessatola Ciso Calabria, un’associazione, definita anche come “ente di formazione professionale”, e che dopo aver lavorato ed assunto personale, ricevendo contributi dagli enti pubblici, ha smesso di retribuirli e di pagare i tfr agli stessi. Nel contempo molti lavoratori, alcuni dei quali sono stati assunti altrove, si sono licenziati ed hanno iniziato a pretendere i propri crediti, senza però ottenere risposta dall’associazione. Visto l’enorme mole di debiti accumulati, oggi, creditori e lavoratori, hanno iniziato il pignoramento dei beni della Ciso ed hanno messo in vendita gli immobili ex sede dell’associazione di Nicotera (VV). Giorno 19 Luglio, pertanto, è fissata l’udienza per la vendita all’asta di terreni ed edifici appartenenti alla Ciso Calabria, davanti al Giudice Regolo, ed in caso di esito positivo della vendita anche per la ripartizione degli utili tra i creditori. Staremo pertanto, a vedere, chi sarà ad aggiudicarsi gli immobili, e se il prezzo di vendita sarà sufficiente per pagare tutti i creditori che partecipano alla procedura esecutiva.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin