Mileto, il Ministro Carfagna investe il Garante sul caso Domenico

“Maltrattare un bambino è sempre un atto gravissimo, inaccettabile. Lo è ancora di più se un maltrattamento viene commesso all’interno di una struttura destinata alla prima infanzia, dove le famiglie pensano di poter lasciare per qualche ora i figli in buone mani”. Così Mara Carfagna, ministro per le Pari Opportunità, commenta quanto avvenuto in un asilo comunale a Mileto, in Calabria, dove quattro maestre sono accusate di maltrattamenti aggravati ai danni di un piccolo disabile di cinque anni. “Per mettere fine a questi episodi rari ma ugualmente inaccettabili, restituire fiducia a chi si affida a strutture pubbliche e private, abbiamo creato l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza. Tra le diverse funzioni, infatti, il Garante ha quella di effettuare ispezioni all’interno delle strutture sparse sul territorio e, in raccordo con le altre amministrazioni competenti, controllare che vengano rispettati standard di professionalità” aggiunge il ministro. “Di più: il Garante, nato soltanto tre settimane fa con voto bipartisan, potrà anche segnalare situazioni di disagio e casi particolarmente gravi alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minori e chiedere l’intervento della magistratura” conclude Carfagna.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin