Napoli, support the palestinian community in east Jerusalem

Domani, giovedì 7 luglio, alle ore 12, presso la sala Cirillo di Palazzo Matteotti, sarà presentata alla stampa l’attività di formazione destinata ad una delegazione del CAC (Community Action Centre) dell’Università Al-Quds di Gerusalemme nell’ambito del progetto “Support the Palestinian Community in East Jerusalem: Actions in the field of education, women, youth and cultural heritage” (Programma Le Ali della Colomba-PMSP), finanziato dal Ministero degli Affari Esteri italiano e promosso dalle Province di Napoli, Roma e Milano, in collaborazione con la Fondazione IDIS-Città della Scienza e con la ONG CISS-Cooperazione Internazionale Sud Sud e la Comunità Palestinese di Napoli. Obiettivo generale del progetto è promuovere l’empowerment femminile nella società palestinese ed, in particolare, nell’area di Gerusalemme Est, colpita dall’occupazione militare israeliana sin dal 1967 e attualmente isolata dal resto della Cisgiordania (West Bank) a causa del muro costruito dallo Stato d’Israele. Interverranno per la Provincia di Napoli, il Presidente, Luigi Cesaro, e l’Assessore alla Cooperazione internazionale, Giovanna Del Giudice, Luigi Amodio, direttore generale Fondazione Idis Citta della Scienza, Shafik Kurtan, Pres. Associazione comunita’ palestinese in Campania, Najwa Eidda, direttrice Action Community Center Universita’ di Gerusalemme. Il programma della formazione napoletana sarà incentrato sulla questione dell’eguaglianza di genere ed in particolare su legalità e lotta alla violenza sulle donne, politiche sociali, attenzione alla maternità, imprenditoria femminile, politiche di sussidiarietà, ricerca, politiche culturali, università e formazione. Sono previsti incontri con l’Università l’Orientale e l’Archivio delle donne, con cooperative sociali ed associazioni tra cui l’Orsa Maggiore, il Quadrifoglio, Progetto Uomo, Less, Donne in Nero, i consultori femminili ed il centro antiviolenza dell’Ospedale S.Paolo, lo sportello donna della Provincia di Napoli, la Città della Scienza ed il suo incubatore d’impresa. Sarà una formazione itinerante che coinvolgerà oltre alla città di Napoli, anche i comuni della provincia: a Pozzuoli si incontrerà l’esperienza della rassegna A Corto di Donne, a San Sebastiano al Vesuvio lo sportello anti violenza dell’Associazione Lillith, a Mugnano la casa famiglia della Cooperativa Dedalus per donne immigrate ed a Sorrento l’associazione culturale Cypraea. “Il progetto “Le ali della colomba” – ha affermato l’assessore Giovanna Del Giudice annunciando l’iniziativa – ha visto la partecipazione delle tre maggiori Province italiane in rappresentanza degli enti locali italiani, e costituisce un’importante esperienza dell’azione in partenariato in un campo delicato e particolare come quello della cooperazione internazionale decentrata”. “L’esperienza maturata dai nostri enti e dalle organizzazioni coinvolte nel progetto – ha aggiunto la Del Giudice – deve rappresentare un patrimonio prezioso. Le difficoltà ed i dubbi che ciascuno di noi ha legittimamente avuto nel percorrere una strada mai battuta prima devono oggi considerarsi superati e possono essere la base per un modello da percorrere in futuro, insieme ad altre attività di cooperazione internazionale”.

Antonio Vista

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin