Cosenza, in piedi la questione trasferimenti personale alle Province

Il Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, nei giorni scorsi ha scritto al Presidente del Consiglio Regionale, on. Francesco Talarico e al Presidente della Giunta regionale, Giuseppe Scopelliti, una lettera avente per oggetto l’ “esodo” del personale trasferito alle Province a seguito della Legge Regionale  n. 34/2002. “Il Consiglio Regionale della Calabria –si legge, tra l’altro, nella missiva- pur avendo approvato la Legge n. 12 del 06/04/2011, che consente al personale trasferito alle Province di avanzare richiesta di risoluzione anticipata del rapporto di lavoro entro il 30/06/2011, non ha ancora ad oggi adottato le misure richieste dalle Province sia nella riunione del 18/01/2011 che in quella del 29/04/2011. In tali riunioni è stata rappresentata l’urgenza e l’importanza della modifica del comma 12 dell’art. 13 della L.R. 34/2010, lasciando alle Province le risorse economiche relative al personale che cesserà a seguito dell’esodo, in modo da poter garantire i servizi, nel rispetto di quanto pattuito con il protocollo d’intesa sottoscritto nell’anno 2006 tra le Province e la Regione Calabria”. “La proroga al 30 Giugno ha, di fatto –prosegue Oliverio- alimentato le aspettative dei dipendenti, che in essa hanno visto un termine posto dalla Regione per aderire alle proposte avanzate dalle Province durante gli incontri avuti con la Regione Calabria”. “Qualora il Consiglio non dovesse decidere nel corrente mese di luglio nel senso sopra indicato –conclude il Presidente della Provincia- questa Amministrazione si vedrebbe costretta – suo malgrado –  a collocare a riposo diversi dipendenti, senza consentire la fruizione dei benefici previsti dalla L.R. 34/2010”.

Francesco Di Napoli

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin