Bergamo, dai pensionati bocciatura alla manovra che punisce il lavoro

Il Segretario Nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo, nel corso della riunione del Direttivo Nazionale ha definito la bozza di manovra finanziaria del Governo “un pessimo affare per gli italiani. Una manovra che penalizza pesantemente sopratutto i pensionati e i lavoratori. La parziale o nessuna rivalutazione per le pensioni medie ad iniziare dai 1.438 euro, che al netto delle tasse e balzelli vari non superano realmente i mille euro, sono veramente uno schiaffo a chi ha lavorato e pagato per un’intera vita. I pensionati sono colpiti anche da ticket odiosi – ha proseguito Fatuzzo – come quelli per le prestazioni specialistiche ambulatoriali, per i codici bianche al pronto soccorso e, dal 2014, anche per l’acquisto dei medicinali. Ticket che vanno ad aggiungersi a quelli già esistenti e che rendono ancora più problematica la vita dei pensionati. Una manovra che colpisce con particolare accanimento pensionati e lavoratori è da respingere – ha rimarcato Fatuzzo – ed il Partito Pensionati si augura che il Parlamento renda giustizia al popolo italiano, modificando totalmente questa manovra finanziaria che non fa bene al Paese e che fa aumentare ancora di più la distanza fra i cittadini ed il “Palazzo”. Il Partito Pensionati auspica un chiaro intervento del Capo dello Stato – ha concluso Fatuzzo – affinché la sua saggezza porti a riconsiderare il trattamento riservato proprio ai pensionati e lavoratori.”

Luigi Ferone

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin