Roma, Italia commossa si stringe a Tuccillo

“Fa parte della schiera di persone che partono perché vogliono proteggere la patria e il bene comune”. Così il caporal maggiore scelto Tuccillo, ucciso in Afghanistan, è stato ricordato nell’omelia dell’ordinario militare mons.Pelvi, ai funerali solenni a Roma: “Per lui gli afgani erano fratelli”, ha detto. “L’Italia deve rispondere alla propria vocazione di apertura agli altri, è la prova di maggiore saggezza e realismo che possiamo dare”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin