Le province per ora non si toccano

Il Popolo della Libertà “salva” le Province italiane, complice l’astensione del Pd. La Camera dei Deputati dice infatti “no” alla proposta di legge sulla loro soppressione presentata dall’Idv. Un risultato che accende la polemica all’interno delle opposizioni, visto che non solo il partito di Antonio Di Pietro ma anche il Terzo Polo ha invece votato a favore. Più in dettaglio, la Camera ha respinto innanzitutto il mantenimento del primo articolo del testo, quello che cancellava le parole «le province» dal Titolo V della Costituzione (225 i voti contrari, 83 quelli a favore, 240 gli astenuti). Poi, è stata bocciata l’intera proposta di legge dell’Idv. Antonio Di Pietro dichiara che “si è verificato un tradimento generalizzato degli impegni e dei programmi elettorali fatti da destra a sinistra. Tutti hanno fatto a gara nel far sognare gli italiani sul fatto che si sarebbe tagliata la “casta” eliminando le province e poi non hanno mantenuto gli impegni. In aula si è verificata una maggioranza trasversale: la maggioranza della casta”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin