Torino, fioriture estive nelle aiuole cittadine

Anche quest’anno con l’arrivo dell’estate le aiuole cittadine rifioriscono. E’ terminata, infatti, in questi giorni l’operazione di messa a dimora in aiuola di oltre 70 mila piante annuali da fioritura estiva, che sono state impiegate per l’allestimento di circa 4.500 metri quadrati di aiuole, inserite in parchi, giardini e rotatorie stradali della città. Come ormai da alcuni anni a questa parte, i tecnici e giardinieri del Settore Verde Gestione, nell’intento di colpire piacevolmente l’osservatore, hanno proposto idee innovative per la sistemazione floreale degli spazi verdi e inserito negli allestimenti nuove varietà di piante, come ad esempio la salvia coccinea dalla delicata fioritura rosa, l’artemisia Powis Castle dal fogliame color argento brillante, il miglio ornamentale nella varietà Jade princess caratterizzato da una spiga di color nero, oppure ancora come l’oxalis Lucky dal fogliame porpora e piccoli fiori gialli. Di particolare rilievo per la stagione in corso si citano:

l’allestimento dell’aiuola presente in piazza Castello – lato sud, realizzata in prossimità del futuro ingresso al fossato di Palazzo Madama e al relativo “Giardino Medievale”, che sarà a giorni inaugurato; l’aiuola, molto variopinta anche grazie all’introduzione di pedane pitturate in più colori, risulta suddivisa in parcelle regolari a ricordare un orto in versione cittadina; sono infatti state inserite piante orticole ornamentali quali cavoli, carciofi e bieta, alternate a piante interessanti per la colorazione del loro fogliame: argentato, come nel caso dell’artemisia, oppure nero come nel caso dell’ipomea;

le aiuole di Corso Regina Margherita angolo C.so Lecce / Potenza, dove l’allestimento sarà completato a giorni e presenterà un’ambientazione di impronta rurale, con aiuole che ricordano i campi di girasoli e la vegetazione spontanea estiva delle distese agricole; arricchiscono gli spazi verdi due grandi spaventapasseri e alcuni rotoloni di paglia e fieno;

le aiuole site in C.so Galileo Ferraris angolo Via Cernaia, in cui viene proposta un’ambientazione esotica con banani a ombreggiare una morbida sedia a sdraio realizzata con tappeto erboso e un grande secchiello e paletta, tipici oggetti che caratterizzano le spiagge in estate, il tutto inserito in una distesa di fiori dai caldi colori del giallo, arancione e rosso;

l’allestimento di impronta classica del parterre della Villa della Tesoriera, adeguato quindi al contesto aulico del giardino in cui è inserita la suddetta villa storica. In questo caso sono stati scelti colori delicati come il bianco delle cleome e della gaura, il rosa delle dalie e del catharantus e infine l’argento della cineraria.

Le piante impiegate per la sistemazione estiva delle aiuole sono state interamente coltivate dai giardinieri che operano presso le serre dell’Istituto Bonafous, di proprietà della Città, e rimarranno in aiuola fino al sopraggiungere dell’autunno. L’assessore al Verde pubblico Enzo Lavolta sottolinea “l’orgoglio della Città per la qualità del lavoro svolto dai nostri tecnici e per la loro grande professionalità, oltre che per il gusto decorativo che trasmette eleganza e semplicità, raffinatezza e passione per il proprio lavoro, fornendo un contributo di piacevolezza all’immagine della città”.

Mauro Marras

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin