Quote latte, Cota chieda scusa ai Piemontesi che non è più degno di rappresentare

Il riconoscimento dell’associazione per delinquere al processo sulle quote latte è un altro momento di ritorno alla legalità nella giornata di oggi per il Piemonte. La giunta Cota dovrebbe chiedere scusa ai Piemontesi per avere ritirato la costituzione di parte civile, avanzata dall’amministrazione precedente. Si tratta di un danno d’immagine, che diventa anche economico. Un’ulteriore prova dell’incapacità di Cota a rappresentare degnamente i cittadini piemontesi”. E’ quanto dichiara in una nota stampa il consigliere regionale piemontese Monica Cerutti, Sinistra Ecologia Libertà.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin