Tremiti, Lucio Dalla in prima linea contro le trivelle

“Il petrolio non è nei fondali di quel mare ma nella bellezza dei paesaggi, nella tipicità enogastronomiche, in tutto l’insieme di attrattori turistico culturali che fanno della Puglia un brand di qualità”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, presentando a Bari, insieme con il cantante Lucio Dalla, la sesta edizione del festival “Il mare e le stelle” in programma alle Isole Tremiti il 30 giugno, nella piazzetta ‘Pertinì di San Domino. “In Puglia il turismo è in controtendenza ed è in crescita. La presenza poi – ha aggiunto Vendola – di “stranieri particolari” come Dalla è un dono che noi accogliamo, un motivo di gratificazione e un sentimento di amicizia”. Ricambiando il sentimento Lucio Dalla, direttore artistico del festival, ha poi illustrato l’edizione del festival: “Lavoriamo – ha detto – in continuità con le edizioni degli anni scorsi ma questa volta lo facciamo in contrapposizione con un’iniziativa di carattere petrolifero. Pochi posti dovrebbero essere tutelati come le isole Tremiti e ci piace – ha spiegato Dalla – organizzare qui concerti come fino dal 1982, pur in presenza di una totale scarsezza di mezzi e di budget. Mi piacerebbe cha la parte politica rivedesse le sue scelte sulle trivellazioni: i politici che hanno fatto questa cosa sono malati. Non ci vuole un esperto in petrolio per dirlo, basta che uno non sia completamente deficiente”.  Il cast del Festival sarà formato da Lucio Dalla, Renato Zero, Gigi D’Alessio, Marco Alemanno e Irene Fargo che si esibiranno gratuitamente. Ad organizzare il festival, sponsorizzato dalla società pastaria “La Molisana”, è l’associazione “Punto e a capo”, formata da giovani residenti alle Tremiti.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin