Prato, salta il matrimonio combinato i cinesi scatenano il caos

Lei rifiuta il matrimonio combinato e scatta il parapiglia nella comunità cinese di Prato. Una cinese di 62 anni aveva designato la figlia di 34 come sposa di un connazionale, in carcere fino al dicembre scorso. La figlia, però, è innamorata di un altro. Così il promesso sposo è andato a prendersi la ragazza ad una festa. L’ha trascinata in strada ma le urla di lei hanno provocato l’intervento della polizia. Sul posto anche la madre di lei e altri connazionali. Il mancato marito denunciato per violenza privata, la mancata suocera per resistenza a pubblico ufficiale.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin