Foggia, agguato mortale al cassiere della mafia Michele Mansueto

58 anni, con precedenti penali, è stato ucciso ieri sera con colpi di pistola sparati da persone non ancora identificate mentre era in strada, nella zona del centro di Foggia. L’uomo viene definito dagli investigatori come un ‘pezzo da novantà della malavita foggiana. A quanto si è appreso, Mansueto era a bordo del suo fuoristrada, in via 25 Aprile, quando due persone, su una moto di grossa cilindrata e con i volti coperti con caschi, hanno affiancato l’auto sparandogli contro. Avrebbero dapprima sparato due colpi di pistola. Mansueto ha tentato quindi di sfuggire all’esecuzione allontanandosi con il suo fuoristrada a gran velocità ma è stato rincorso e raggiunto dai due killer che gli hanno sparato contro altri quattro colpi di pistola, sembra cal.9 x 21. Almeno tre i colpi – due dei quali al collo e a una spalla – che hanno ferito Mansueto provocandone la morte. Mansueto era considerato dagli investigatori il cassiere di gruppi della mala e pare fosse particolarmente legato al clan Sinesi. Sull’agguato indagano gli agenti della squadra Mobile della Questura di Foggia.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin