Cuneo, la città al meeting internazionale della Resistenza Democratica iraniana di Parigi

Si è svolta sabato 18 giugno scorso, a Parigi, una manifestazione internazionale per la libertà dell’Iran: grazie all’azione svolta da parlamentari e amministratori locali di tutto il mondo, l’attenzione sulla situazione iraniana sta infatti crescendo. Moltissime sono le città italiane che hanno raccolto l’invito ad aderire fatto dal sindaco Alberto Valmaggia insieme ai sindaci Chiamparino, Alemanno e Vincenzi. Centinaia di personalità internazionali hanno preso parte alla manifestazione parigina. La delegazione italiana ha visto la presenza di numerosi parlamentari guidati dagli onorevoli Zamparutti (pd)  e  Ciccioli (pdl) e, tra gli amministratori locali, la consigliera del Lazio Rauti e il Vicesindaco di Cuneo Giancarlo Boselli. La presenza autorevole nella delegazione statunitense del senatore della Florida Torricelli, dell’ex primo cittadino di New York  Rudolph Giuliani e dell’ex deputato Patrick Kennedy dimostra che il sostegno alla resistenza democratica iraniana guidata dalla signora Rajavi sta raccogliendo un sostegno internazionale sempre più ampio e forte. La Città di Cuneo è stata tra le prime ad aderire alla causa della resistenza: ricordiamo infatti che Ashraf, città situata in territorio iracheno al confine con l’Iran dove hanno trovato rifugio circa 3.400 membri dell’opposizione, nel 2009 è stata dichiarata dal Sindaco Valmaggia “Città sorella di Resistenza di Cuneo”.

Fabio Guglielmi

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin