Reggio Emilia, campo internazionale nelle regione Castilla La Mancha e Yeste

Come ogni anno, si rinnova l’appuntamento per il Campo Internazionale Giovanile, che quest’anno si svolgerà in Spagna, a Yeste, nella regione Castilla – La Mancha, dal 1 al 18 agosto 2011. Quest’anno il Campo ha ottenuto anche il contributo della Commissione europea: il progetto, presentato nel programma “Yuth in action”, ha infatti ottenuto il finanziamento per l’organizzazione di tutte le iniziative correlate. Le iscrizioni per partecipare al Campo sono aperte fino al prossimo 11 luglio 2011, per avere informazioni è possibile rivolgersi ai comuni della provincia di Reggio Emilia, e alla Provincia stessa inviando una mail politiche.comunitarie@mbox.provincia.re.it. oppure scaricare la domanda http://www.activatingyoungeurope.eu/iyc/, che dovrà poi essere inviata anche via mail alla Provincia.  Dal 1987 il Campo Internazionale riunisce i giovani di varie nazionalità europee, formando una cooperazione e una comunicazione che inizierà tra di loro, sviluppandosi poi anche tra i paesi di origine. Il Campo Internazionale vede ogni anni la partecipazione di 70 giovani europei tra i 18 e i 24 anni, di cui 10 compongono lo staff. Molto spesso i rapporti che nascono in questo ambito durano per anni, proprio per le amicizie che si stringono tra i giovani partecipanti. Durante la permanenza al campo i ragazzi lavorano su un programma che consiste in workshops culturali, sportivi e multimediali, escursioni e attività aggiuntive, feste e divertimento in un contesto internazionale, favorendo la formazione di un’atmosfera amichevole. La base del campo consiste nel rispetto reciproco, il rispetto verso le caratteristiche individuali di tutti, ma anche il rispetto degli usi e costumi altrui. Gli obiettivi che il campo si prefissa sono di migliorare la comunicazione e la cooperazione tra paesi e persone per mostrare e fare delle differenze qualcosa di utile e prezioso, e anche per sottolineare le abitudini e le usanze comuni che ci uniscono. Per chi vuole allargare i propri orizzonti, approfondire le proprie conoscenze culturali e fare nuove amicizie; per chi vuole vivere 18 giorni in modo differente, parlando e imparando nuove lingue, il Campo Internazionale è l’occasione giusta.