Pontida, la Lega vuole quattro ministeri al Nord

La Lega Nord tira la corda ed alza la posta in palio. Cerca l’incidente per far cadere il Governo. Ora vuole quattro Ministeri al Nord: Economia, Semplificazione e Riforme a Monza. Agricoltura a Mantova. Sono questi i quattro spostamenti di Ministeri che la Lega chiederà domani a Silvio Berlusconi in occasione del raduno di Pontida. Ad annunciarlo, alla vigilia dell’appuntamento ritenuto decisivo per capire le sorti del futuro Governo, sono stati lo stesso Umberto Bossi e Roberto Calderoli. “Sapete che a Monza ci saranno tre ministeri. Vi dico anche i nomi dei ministri: Calderoli, Bossi e Tremonti”, ha detto il leader del Carroccio parlando durante la conferenza stampa di presentazione della Scuola di Magistratura a Bergamo. A precisare i termini della questione ci ha pensato poi Calderoli. “Alcuni Ministeri – ha spiegato – devono rimanere a Roma, come la Giustizia ma non vedo perché l’Economia non possa avere sede a Milano o lo Sviluppo Economico a Torino, o l’Agricoltura a Mantova”. Ricordando la campagna di raccolta di firme per la “territorializzazione dei Ministeri”, il Ministro osserva poi che l’iniziativa leghista mira a varare una “legge delega che dà mandato al Governo di intervenire dopo una valutazione delle richieste giunte dal territorio. Voglio vedere come fanno a impedirlo. Ero sicuro che se avessi fatto presentare la proposta dei gruppi parlamentari il provvedimento si sarebbe arenato anche perché il Parlamento è a Roma. Per questo abbiamo lanciato la raccolta di firme”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin